Riciclo del legno: come reimpiegare le risorse
Un progetto economico ed ecologico nel sociale

Il Consorzio Pannello Ecologico è un'organizzazione creata per promuovere una coscienza ecologica nel sociale e farsi portavoce dell'importanza del reimpiego delle risorse, in particolare del recupero del legno. Le aziende consorziate, grazie al reimpiego del legno, salvano 8.000 alberi al giorno.

400 aziende italiane produttrici di mobili si sono unite al Consorzio nell'attività di sensibilizzazione sociale, per sottrarre il legno di scarto alle discariche e salvaguardare i boschi.

Gli imprenditori moderni considerano oggi una priorità la salvaguardia dell'ambiente, e le nuove ragioni ecologiche entrano a far parte dei processi di mercato con lo scopo di ridurre o azzerare il loro impatto sull'ambiente circostante.

La qualità di un prodotto oggi si calcola secondo diversi fattori: oltre al beneficio che può recare all'utilizzatore finale, va calcolato anche l'impatto ambientale che la sua produzione può causare. Si sta sviluppando una nuova coscienza imprenditoriale, sostenuta anche da nuove norme governative, che contribuisce non solo alla preservazione dell'ambiente ma anche allo sviluppo di nuovi sistemi evoluti per il riciclo efficiente delle risorse.

Il ciclo economico generato dal reimpiego delle risorse permette che i boschi vengano salvaguardati, salvando milioni di alberi dall'abbattimento.
L'industria del pannello truciolare è uno dei casi più brillanti ed interessanti di questo nuovo modo di vedere l'economia. Il pannello è un prodotto di legno organico e riciclabile, con impatto ambientale minimo. Per questo esso rappresenta un materiale interessante per l'industria della lavorazione del legno e della produzione di mobili.

In Italia ogni anno finiscono nelle discariche tre/quattro milioni di tonnellate di legno, equivalente a cinque milioni di alberi.

Il Gruppo Mauro Saviola, leader in Italia per i pannelli truciolari di ogni tipo, grazie ad oltre trent'anni di esperienza profonda ed all'acquisizione continua di tecnologie, ha generato dei nuovi cicli economici che rappresentano pienamente questa nuova coscienza imprenditoriale, la sintesi tra ecologia ed economia. Il Gruppo ha costruito negli anni la propria specializzazione partendo dalla raccolta del legno mettendo a punto un sistema in grado di trattarlo per trasformare i residui in materia prima ideale per la produzione del pannello.

Oggi tratta 1.3 milioni di tonnellate di legno usato all'anno, anziché materia prima vergine, pari a 8.000 alberi non tagliati al giorno.

Per mantenere ed alimentare questo processo è stato allestito un sistema capillare di recupero e di trasporto sul territorio nazionale che, oltre a salvaguardare il patrimonio forestale, aiuta anche a risolvere il problema dello smaltimento dei rifiuti di legno riciclabile, oggi regolamentato da ferree normative europee.

Fonte: www.treeggers.com/home.htm

chiudi