Per il villaggio turistico, il campeggio e l'hotel

I bisogni e gli obiettivi

Per le strutture recettive quali Hotel, Campeggi, Villaggi Turistici o similari, gli impianti fotovoltaici sono una grande risorsa di risparmio di energia elettrica. Possono essere scelti sulla base di valutazioni comunemente legate ai consumi e alla scelta del sito di installazione.

Dove poter installare

Solitamente le installazioni più comuni avvengono su:

  • Terreno
  • Tetti o Pensiline (ad esempio dei parcheggi)
  • Coperture (ad esempio fienili, capannoni, varie superfici)

La taglia di impianto

Per poter decidere la taglia dell' impianto dobbiamo valutare se intendiamo installarlo secondo uno di questi tre criteri:

  • Il budget disponibile
  • A saturazione della superficie disponibile per l'installazione
  • A seconda dei consumi
Note sul tipo di impianto

Per chi installa su terreno è possibile scegliere tra un impianto statico oppure un impianto fotovoltaico ad inseguimento biassiale, il quale offre rendimenti maggiori fino al 20/30 % Gli inseguitori sono di nostra tecnologia.

Cessione ed utilizzo dell'energia

Se la taglia dell'impianto è inferiore a 20kWp si possono utilizzare entrambe le modalità di cessione:

Altrimenti, per taglie superiori a 20kWp - superiori a 200kWp con la nuova finanziaria ma non ad oggi in decreto si deve optare esclusivamente per la vendita totale o vendita con autoconsumo.

Quale scegliere?

La differenza sostanziale tra le 2 modalità di cessione è che nello scambio sul posto (permesso solo ad impianti fotovoltaici di taglia inferiore a 20kWp - superiori a 200kWp con la nuova finanziaria ma non ad oggi in decreto) è possibile sfruttare la rete elettrica come una batteria nella quale depositare l'energia prodotta e non consumata contestualmente per poi usufruirne gratuitamente la notte quando l'impianto non produce.

La cessione per autoconsumo e vendita non utilizza la rete come un accumulatore e l'energia in eccesso prodotta e non consumata contemporaneamente alla produzione (autoconsumo) é ceduta ad un prezzo che oscilla da 0,07 €uro a 0,094 €uro a seconda della produzione totale dell'impianto.

Tips! Nei casi in cui la taglia di impianto a voi necessaria fosse leggermente maggiore dei 20kWp e si abbiano la maggioranza dei consumi durante la notte, è consigliabile installare un impianto più piccolo, oppure dove possibile, si deve maggiorare sensibilmente la taglia per andare a cumulare più credito dalla vendita dell'energia.

I reali vantaggi

E' possibile risparmiare totalmente le spese dovute ai consumi elettrici oppure abbatterle in una percentuale considerevole il che assicura un sicuro ritorno positivo dell'investimento nel tempo.

Inoltre, grazie al meccanismo di incentivazione, si riceverà in premio per 20 anni (una tariffa incentivante riportate in tabella qui sotto) per ogni kW (Kilowatt) prodotto dal proprio impianto fotovoltaico. Recuperato l'investimento utilizzato per l'acquisto dell'impianto e gli interessi (nel caso in cui si sia utilizzato un finanziamento), si potrà godere del premio in denaro per altri 10 o 8 anni a seconda dei tempi di pay-back.

E' bene considerare che si continuerà a sfruttare la produzione elettrica per tutta la vita dell'impianto (circa 35 anni) e che il costo dell'energia elettrica è cresciuto del 13% solo nell'ultimo anno, un trend sicuramente in crescita!

 
Tipi di integrazione architettonica
Potenza di impianto
Non integrati / terra
Parzialmente Integrati
Integrati
Da 3 a 20 kWp
0,38
0,42
0,46
> 20 kwp
0,36
0,40
0,44
Tariffe incentivanti per potenza di impianto e integrazione

Come si può facilmente dedurre minore è il grado di 'integrazione architettonica minore è la tariffa riconosciuta, è però da tenere in considerazione il maggior costo di un impianto integrato (dal 10 al 15% in più) e i minori rendimenti dello stesso.