Vendita ed autoconsumo dell'energia elettrica


Schema del meccanismo di incentivazione conto energia con la modalità di VENDITA DELL'ENERGIA IN ECCESSO O TOTALE.

Per quale taglia di impianti è possibile

Solo per gli impianti fotovoltaici di taglia superiori a 1kWp.

A chi è consigliato la modalità "Vendita dell'energia"

La cessione dell'energia in modalità "Vendita" è consigliata ai proprietari di impianti fotovoltaici non dimensionati in base ai propri consumi, ma maggiorati per almeno il 40% in più del proprio consumo. L'energia in eccesso viene riversata in rete e non può essere utilizzata.

Come funziona l'incentivazione

La prima parte dell'incentivo (come per la opzione di "scambio sul posto" ) premia il proprietario dell'impianto fotovoltaico 'incentivando tutta la produzione elettrica dell' impianto fotovoltaico.

Quindi per calcolare il guadagno corrisposto derivante dall'incentivazione della produzione elettrica da fotovoltaico basta eseguire una semplice moltiplicazione:

( CLASSE TARIFFA INCENTIVANTE ) X ( PRODUZIONE TOT. IMPIANTO)

Ecco un semplice esempio numerico:
Se l'impianto fotovoltaico produce 400 kWh al mese per la tariffa incentivante di 0,49 euro si esegue: 0,49€uro X 400kWh = 196 €uro / Mese.

Ed in più dobbiamo sommare tutto il risparmio conseguito dall'uso gratuito dell'energia prodotta.

 

Il Risparmio totale sulla bolletta!

Per determinare il vero valore del nostro guadagno ricavato grazie all'utilizzo degli impianti fotovoltaici, dobbiamo sommare all'incentivo, tutto il risparmio della bolletta. L'energia prodotta e consumata contestualmente alla produzione è gratuita e quindi, dobbiamo sommare al guadagno proveniente dall'incentivo il risparmio TOTALE conseguente dal non pagare più la bolletta elettrica.

( QUANTO SI CONSUMA = TANTO SI RISPARMIA )

Energia in eccesso

L'energia prodotta in eccesso dal nostro impianto fotovoltaico in regime di vendita viene ceduta al proprio gestore di rete al prezzo compreso tra 0,07 e 0,095 €uro per kWh! Tale energia non può più essere consumata dall'utenza perché venduta!

Energia in difetto

Se l'impianto fotovoltaico non produce (ad esempio per maltempo) l'intero fabbisogno energetico richiesto dell'utenza questa lo assorbe normalmente dalla rete elettrica al costo per kWh stabilito dal contratto di fornitura.

Conclusioni

Il regime di vendita è consigliato a chi installa e dimensiona un impianto fotovoltaico non in base ai propri consumi ma in base alla superficie destinata all'installazione o la budget disponibile per l'investimento.
Ed inoltre è buona prassi sovradimensionare la taglia del proprio impianto di almeno il 30/40%.